TUTELA DEL CONSUMATORE

Purtroppo, poche persone possono affermare di non aver mai avuto problemi a causa di un bene acquistato. Problemi che spaziano dall’esercizio del diritto di recesso, alle informazioni non corrette o fuorvianti relative al bene acquistato, ai problemi di difetti originari o sopravvenuti del bene medesimo.

Con il Decreto Legislativo 6 settembre 2005 n. 206 (in Suppl.ordinario n. 162 alla Gazz.Uff., 8 ottobre, n. 235), a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229, è stato emanato il cd “Codice del consumo”, avente la specifica finalità di armonizzare e riordinare le normative concernenti i processi di acquisto e consumo, disciplina, in parte già contenuta nel Codice Civile ed in Leggi speciali, al fine di assicurare un elevato livello di tutela dei consumatori e degli utenti dei vari servizi.

Importante è definire chi sono i destinatari del detto Decreto Legislativo. Ivi, infatti, si è avuto cura di specificare che si intende per consumatore o utente la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta, nonché la persona fisica alla quale sono dirette le informazioni commerciali. Dal consumatore si distingue il professionista, ovverosia la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale, ovvero un suo intermediario.

Dunque, non a tutti gli acquisti di beni e/o servizi sono dirette le disposizioni del Codice del Consumo, ma soltanto a quei specifici soggetti che agiscono nella loro quotidianità, per le loro esigenze personali e non di natura professionale. Tali soggetti, infatti, molto spesso sono in condizione di debolezza, di inferiorità rispetto a chi per lavoro commercializza i beni che essi vanno ad acquistare. È proprio tale condizione di disparità contrattuale che ha indotto il Legislatore a dare al consumatore significativi mezzi di tutela.

Pertanto, le disposizioni che seguono non si applicheranno né alle contrattazioni tra privato e privato, né a quelle tra parti che siano entrambe professionisti. In tali casi le norme applicabili rimarranno quelle previste dal Codice Civile per il tipo di contratto concluso.

Di seguito si daranno brevi cenni sui vari ambiti nei quali è prevista disciplina specifica in favore del consumatore:

GRATUITO PATROCINIO

Lo studio Legale offre il gratuito patrocinio a spese dello Stato in materia civile e penale.

Scarica la Domanda

CODACONS LECCE

Webmaster: www.eix.it